candidato3 Torri Andrea - Patto per Jesi

Patto per Jesi
al governo della città con il Sindaco Massimo Bacci
Vai ai contenuti

Menu principale:

candidato Consigliere Comunale
Torri Andrea

 
Sono nato 45 anni fa a Jesi dove tutt’ora risiedo con la mia splendida famiglia.
 

Laureato in Giurisprudenza, esercito la professione di avvocato dal 2005 con studio in Jesi.
 

Il mio tempo lo divido tra il lavoro, la famiglia e l’impegno in un’Associazione di Scout Adulti. Il ruolo di educatore a contatto con ragazzi, ricoperto per tantissimi anni, mi ha fatto acquisire una notevole sensibilità verso il mondo giovanile con le sue molteplici problematiche, gli anziani ed i diversamente abili.
 

Nel mandato da Consigliere appena concluso ho portato avanti questi valori spendendomi, ideando e realizzando:
 
-  una Rete tra Associazioni di Volontariato presenti sul territorio comunale;
 
- Progetto Tavolo della Solidarietà (Basta il Giusto – SprecoZero), per il recupero delle derrate alimentari a sostegno delle famiglie indigenti.
 
Progetto vincitore del Premio Nazionale Bologna 2014 categoria Enti Locali “Le buone pratiche di riduzione dello spreco alimentare”;
 
- Progetto #mettincomune, giunto alla III Edizione, rivolto alle scuole per proporre un semplice gesto di carità agli insegnanti, ai genitori e ai ragazzi e promuovere una “cultura del dono e della gratuità”;
 
- Introduzione parametro della residenzialità per l’assegnazione delle case di prima accoglienza con conseguente equiparazione tra stranieri e cittadini italiani;
 
- propugnatore già nel 2013 del Registro delle Unioni Civili;
 
- promotore dell’adozione a Jesi del PIANO ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE (P.E.B.A.) e PIANO ACCESSIBILITA’ URBANA (PAU);
 
- acquisto da parte dell’Amministrazione di nuovo e decoroso arredo urbano (altalene, dondoli a bilico, torrette, casette di legno, cestini rifiuti carta e sigarette, panchine con i relativi stampi, ecc. ecc.).
 
 
Mi impegno concretamente a continuare quanto fatto in questi 5 anni, nonché a:

 
·   mettere i cittadini in condizione di esprimersi e di contribuire più attivamente alla vita pubblica;
 
·    riportare i bambini, gli adolescenti ed i giovani al centro dell’interesse della città,    adeguando i servizi e le offerte di aggregazione e di cultura a loro rivolti; proporre nuovi eventi culturali e valorizzare le iniziative che nascono dal “basso”;
 
·   restituire alla città un decoro urbano che permetta a tutti di vivere “bene” la quotidianità. Promuovere uno sviluppo del territorio compatibile con la salvaguardia dell’ambiente, contrastando e rimuovendo, ove possibile, le cause del degrado, e le conseguenze che questo ha sulla salute dei cittadini;
 
·   operare per la sicurezza dei cittadini e per il rispetto delle regole e della legalità.


Torna ai contenuti | Torna al menu